La fallacia del “Pagami per i 10 Anni, non per i 30 minuti”: una riflessione critica

Marzo 5, 2024

Se riesco a fare un lavoro in 30 minuti è perché ho speso 10 anni per imparare come farlo in quel tempo. Tu devi pagarmi per i 10 anni

In un mondo sempre più connesso e informato, certe frasi diventano virali e, a volte, quasi mantra per intere categorie professionali. Una di queste, che negli ultimi anni ha guadagnato una certa notorietà, recita: “Se riesco a fare un lavoro in 30 minuti è perché ho speso 10 anni per imparare come farlo; tu devi pagarmi per i 10 anni, non per i 30 minuti”. In apparenza, questa affermazione sembra celebrare il valore dell’esperienza e della competenza acquisita nel tempo. Tuttavia, questa visione rischia di diventare disfunzionale per i professionisti che cercano di far valere le loro competenze nel mercato del lavoro.

Il disagio principale che questa frase suscita risiede nella percezione distorta del valore professionale che trasmette. Se un professionista si trova a dover usare questa giustificazione con un cliente, è possibile che il problema non risieda nel cliente stesso, ma piuttosto nella comunicazione del valore offerto o nella comprensione di cosa sia realmente competitivo e di valore sul mercato.

Identificare il problema: cliente o sopravvalutazione?

Il primo punto da considerare è se il problema sia il cliente o una sopravvalutazione delle proprie competenze. Nel caso in cui un cliente non riconosca il valore offerto, due sono le ipotesi: o il professionista ha sbagliato target di clientela, o sta sopravvalutando il suo valore rispetto al mercato. Se il valore percepito non è in linea con le aspettative del cliente, potrebbe essere necessario rivedere le strategie di comunicazione o ricalibrare le proprie aspettative di mercato.

Il valore aggiunto e l’Importanza della comunicazione

Un professionista dovrebbe sempre puntare a comunicare efficacemente il valore che può apportare. Questo significa andare oltre la mera esposizione delle competenze acquisite e concentrarsi su come queste possano tradursi in benefici tangibili per il cliente. Il valore non risiede nel tempo speso per apprendere una competenza, ma nell’impatto che questa competenza può avere sull’attività o sulla vita del cliente.

Mercato e scarsità: Il reale valore delle competenze

Il concetto di scarsità gioca un ruolo cruciale nella determinazione del valore di una competenza sul mercato. Se una determinata abilità è rara e molto richiesta, logicamente il suo valore sarà superiore. Tuttavia, se il servizio offerto non trova corrispondenza in un bisogno altrettanto valutato dal mercato, insistere su una valutazione basata sugli anni di studio diventa non solo inutile ma potenzialmente dannoso.

Il cliente giusto e la corretta valutazione del proprio lavoro

La chiave per evitare la trappola rappresentata dalla frase iniziale è dunque duplice: trovare il cliente giusto, che sappia apprezzare il valore effettivo delle competenze offerte, e mantenere una valutazione onesta e mercato-conforme delle proprie abilità. Questo richiede un continuo lavoro su sé stessi, sia in termini di aggiornamento e perfezionamento delle proprie competenze sia nella capacità di comunicarle efficacemente.

Verso una nuova value proposition

In conclusione, anziché rifugiarsi dietro frasi fatte che rischiano di alienare più clienti di quanti ne attraggano, i professionisti dovrebbero interrogarsi sul reale valore che sono in grado di offrire. Questo passa per un’analisi critica del proprio posizionamento di mercato, una comunicazione efficace delle proprie competenze e, soprattutto, una comprensione profonda delle esigenze del cliente. Solo così si potrà uscire dalla logica disfunzionale del “pagami per gli anni, non per i minuti”, abbracciando una visione più matura e produttiva del proprio ruolo nel mondo del lavoro.

    Comments are closed

    Esperto di comunicazione interdisciplinare.

    Consulente con oltre 20 anni di esperienza in ambiti manageriali, comportamentali e di vendita. Digital Marketing Strategist nell’ambito della ideazione, coordinamento e realizzazione di progetti di Marketing Digitale.